Il momento della verità

Come raccontare il sobbuglio senza far cadere i maroni anche a voi? Bho, proviamo.

Macro
E' successo che lavoravo. Che dopo una laurea presa per riscatto dall'idea che avevo di me ho provato a fare un lavoro che mi faceva schifo. Poi ne ho trovato uno che mi piaceva, uno che al sabato sbuffavo perché non si andava in ufficio. In tutto questo percorso (wow, chi mi conosce si stupirà di questa capacità di sintesi :) ho incontrato la mia metà del mondo e a lui mi sono legata, con la mente e con l'anima.

Abbiamo deciso di seguire le esigenze lavorative di lui e siamo arrivati a Como.

Io spero che tra voi ci sia qualche comasco che mi aiuti a intellegervi. Perché noi veneti siamo un po' spacconi e chiusi e saccenti e ci piace il maiale, ma se ci dai un'ombra - di vino (vorrei farvi notare che abbiamo colonizzato il GloboIntero con lo spritz) diventiamo socievoli, chiaccheroni, amici e gente che ride.
Quasi due anni a Como la mia migliore amica è diventata la signora moldava che stirava dai vicini.

E giuro che so essere anche piacevole!

Da Como (ma poteva essere qualunque altra città!) a Londra.
Confido un segreto. Prima del primo bacio, prima di amarci, prima di sapere chi fossimo davvero... avevamo fantasticato sulla possibilità di venire a vivere a Londra insieme. Era il 2003.
Devo spiegare nulla?


Qui il vortice eccitante mi ha travolta e ho vissuto uno degli anni più fichi degli ultimi tempi. Mio e della città. Il mio primo intero anno a Londra. E poi il giubileo! Le olimpiadi! Il mio primo concerto in uno stadio GiGA! L'inglese che inizia a diventare comprensibile, andare a correre a Kensington, vedere tutte quelle casette e quei pub decrepiti e neri che mi piacciono tanto, il corso di cupcake, le lezioni di pilates, fare la spesa e scoprire cucine e prodotti nuovi, vivere col sorriso e la bocca aperta e gli occhi pieni. L'emergenza idrica (si, questo è triste, ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno) perché da decenni non si vedeva un sole e una siccità e delle temperature così, da far invidia alla Sicilia. Ho macinato km e km, ho scovato giardini e impresso ricordi, odori, suoni.

Londra è grande e l'ho mangiata voracemente quanto più ho saputo fare.

Poi qualcosa è cambiato.
la routine che placa l'eccitazione. il desiderio di cercare un lavoro. la famiglia che chiama e scompiglia. il bisogno crescente di socialità. il sole si vela e il freddo scende senza darci tregua, dalla scorsa estate.

E adesso che me ne vado ho capito la fortuna che ho avuto, perché ho scoperto che è vero per davvero che il colore del cielo ha un ruolo su come il tuo corpo e la tua mente filtrano il mondo.
A me iniziava a venire la tristesse.

Micro - dov'ero negli ultimi mesi
Fiumi di ospiti della categoria "ah, te ne vai? allora vengo! di nuovo", la nonna di mio marito che decide di lasciarci, le vacanze, il nonno che non trova più interessante la vita terrena senza la nonna e la raggiunge (drammaticamente romantico, lo so), visite in Italia, visite in Francia da mio padre, Como, Bassano del Grappa, Milano, Como, Milano, Bassano, Nizza... e il pensiero che se ci fosse una raccolta punti Easyjet avrei raggiunto già il premio più ambito.

Como I'm coming back, be ready, perché questa volta ti voglio mordere e voglio che ci amiamo con passione.

AAA cerco casa, lavoro e amici nuovi con cui gozzovigliare.

Nell'attesa di scoprire cosa mi riserva il futuro continuo a condividere le mie scoperte e porto un po' di luce e colore in casa.

Lo sapete che forma ha la curcuma prima di arrivare in polvere nel vostro vasetto?
Secca sembrano degli stronzetti, ma fresca ha i colori del calore, i colori dell'argento, la potenza della vita.

Si dice che...
la curcuma sia un'altro di quegli elisir di lunga giovinezza. Pare vantare proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antitumorali. Di sicuro quella fresca è ricca di vit. C e B6, di minerali e aiuta la digestione perché stimola la produzione di enzimi digestivi.





Io l'ho sminuzzata con gli altri ingredienti e unita a dello yogurt greco per marinare del petto di pollo cresciuto libero (il pollo) che mi è costato un occhio della testa. Era buono, ça va sans dire. ;)




























Per due affamati 400 gr di petto di pollo tagliato a piacere
Zenzero (una radice grande come una noce)
Curcuma (due cucchiaini/una radice)
Un limone (succo e scorza)
Una stecca di citronella
Due spicchi d'aglio
Peperoncino a piacere
Yogurt Greco (quello denso senza zucchero) 200 gr

In un piatto fondo mettere il pollo ricoperto del succo e della scorza grattugiata del limone. Conservare in frigo.
Nel frattempo pulire, sminuzzare e mischiare gli ingredienti restanti.
Usando un nuovo contenitore (non di metallo che con limone e yogurt non si piacciono) ricoprire il pollo del composto creato e rimettere in frigo almeno mezz'ora. Tenere da parte il succo di limone della prima marinata.

Scaldare un'ampia pentola antiaderente con tre cucchiai d'olio e adagiare il pollo. Farlo colorare a fuoco vivace da ambo i lati e quando inizia ad attaccare versare il succo del limone della prima marinata. A questo io aggiungo, se necessario, ancora un mezzo bicchiere d'acqua di cocco (o acqua del sindaco in mancanza della prima). Abbassare leggermente la fiamma, salare e coprire fino a cottura.


17 commenti:

  1. Aspetta un secondo, alla fine dove ti trasferisci? Sono un pò lenta oggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, e ti vorrei rassicurare sul fatto che (sarai stanca ma) non sei lenta, è quello che scrivo a mettere a dura prova le capacità di concentrazione di chiunque. E dire che mi ero anche impegnata... -_-
      ;)

      Elimina
  2. Be che dire. Mentre oggi andavo a Londra per lavoro, pensavo che mi manca una esperienza di questo tipo, che bisogna farla finché siamo gggiovani, che un periodo all'estero deve essere visto come una occasione. L'occasione anche, eventualmente, per tornare. Io adoro il pollo, se però lo avessi proposto a Comandate Amigo ti avrebbe detto: "...è pollo!". Com'è saggio. Un bacino! Sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Che poi stavo andando a Milano per lavoro... Dici che sono fusa???

      Elimina
    2. AHHH beh, vieni a Milano e non mi dici nulla?!

      Elimina
    3. @Sere E in effetti mi chiedevo che lavoro facessi per andare a Londra ed essere a casa già alle 9, che stress! ;)
      In effetti ha ragione, Comandante Amigo, come obiettare? E' pollo! L'esperienza all'estero (sotto questo aspetto) lo deluderebbe, qui c'è pollo in tutte le cucine/salse/panature!
      @Robi Herm herm...veramente te lo avevo detto... -_- :*
      Dai che fra poco ne avrai i polli farciti di me...

      Elimina
  3. Io ti adoro, ma proprio ti adoro come si adorano le statue sugli altari. Perché sei proprio una stramba e a me le strambe piacciono da matti quindi visto che ti avvicini e Como è solo ad un'ora da Milano, magari non ci vedremo tutte le sere ma sicuramente qualche volta di più... e io non stiro neppure!! :-)
    La curcuma è tra le mie spezie preferite, io mi spolvererei del suo profumo tutte le mattine prima di uscire da casa.
    Ti aspetto eh! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si trova fresca? Quando carico il camion ne butto dentro una manciata!

      Elimina
    2. Mai vista fresca (ma neppure mai cercata).
      PS: la sera stramazzo, periodo difficile

      Elimina
  4. I'm ready. E ti aspetto con catini di spritz.
    Ma non fare troppi annunci per amicizie che poi divento gelosa ;)

    Comunque, la curcuma fresca qui l'ho trovata una volta sola.
    Ho strabuzzato gli occhi, sono rimasta in adorazione una mezz'ora, e me ne son presa qualche radice.
    E dopo aver provato il primo pezzo, ed esser rimasta con le mani gialle per una settimana, il resto è ammuffito dimenticato in frigo.............. -_-
    Ovviamente non l'ho più ritrovata.

    PS i polli liberi costano talmente tanto che a volte mi vien voglia di far fuori le mie galline...


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allarga l'orto che arrivo!
      1/7/2013 sarò insediata, giá con i bicchieri puliti nella credenza.

      Elimina
  5. Che bel post... Però ti dirò... sono lombarda trasfertitasi a Verona 10 anni fa... sarà come tu dici, ma tutta sta apertura e sta smartitudine veneta non l'ho ancora scovata. Sarà che sono astemia !?! E forse "no goti no party" ? baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah... Sai come si dice sull'erba del vicino...? ;) credo sia quello il mio problema.
      "Smartitudine veneta"...questa te la rubo. E anche "no goti no party". Ho troppo riso...
      Baci a te!

      Elimina
  6. ma che bello il tuo blog e che bontà...
    Mi sono unita ai tuoi sostenitori così ti avrò sempre a portata di click.
    Ti aspetto da me...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Karina! Grazie e benvenuta! A presto

      Elimina